L'urlo

 

Con ampiezza,
l’urlo
risuonò per la navata,
non si mosse fiamma,
non si udì preghiera.
Nella disperata corsa
lasciò stupito il vento
e gli uccelli in volo,
disperse foglie
come lacrime d’autunno,
buttò via la strada
e rimase
nella mia gola.

Lucia Bassan
3 novembre 2005

 


TORNA A     Home Page     Pagina Poesie e Racconti