Le frecce di Giancarlo Tagliati "passano l'Adige"
settembre 2012


Pagina 1 - clicca sulle immagini per ingrandire
(foto liberamente prelevabili - citare la fonte in caso di utilizzo pubblico)


Lo "Spirito con la scure" simbolo di Zagor
e nome che Giancarlo ha dato al proprio arco, quello che sta utilizzando nella foto

    
Qualche giorno fa, Giancarlo tornato
a Cavarzere per un breve soggiorno.
     Oltre a salutare parenti e amici
desiderava mettersi in gioco e provare
a oltrepassare il corso d'acqua dell'Adige
con una freccia
    
E' qualcosa che si portava dentro
da quando era bambino ed ora...
     si mette in posizione...
    
tende l'arco...      e lancia la freccia
    
il dardo dovrebbe aver superato l'acqua
ma non siamo riusciti a vederlo
e allora Giancarlo ripete la prova
    
    
    
    
    
    
     Prova riuscita!
Purtroppo l'argine pieno di erba e la freccia
non si vede ma testimoni l'hanno seguita nel volo
fino al terreno
    
Qui Giancarlo a Bocenago,
durante una festa paesana,
e mostra le proprie opere lignee.
Bambini...
     e grandi guardano affascinati la costruzione
di un arco indiano