06/07/2003

(DEDICATO A TULLIO SERAFIN)

"PREFAZIONE"
"A COLUI CHE CONTRIBUÌ A SCRIVERE
un pezzetto di STORIA LIRICA. (TULLIO SERAFIN)

"Fosti fiero delle tue origini
indimenticabile direttore e maestro
oggi grazie a te siamo tenaci,
per questo ti dedichiamo questo mite pensiero
e il tuo nome usiamo come nostro stendardo!"

UN PENSIERO PER TUTTI VOI,
ORCHESTRALI E CORISTI

DIRETTORE-MAESTRO "RENZO BANZATO" "CORO TULLIO SERAFIN"
(nato nel 1989)

Gruppo composto e solidale nato in formazione geniale,
perchè composto da persone di ogni gradazione
di ogni ceto sociale, senza discriminazione.
Sia l'orchestra che il coro
cantano in sintonia, in armonia,
fan della musica la loro ideologia
portando nei loro cuori, custodito il nome
del loro ispiratore "TULLIO SERAFIN".
Siamo dei giramondi per passione
perchè la musica unisce, chi la canta gioisce,
chi là ascolta rabbrividisce;
la musica è fratellanza, è alleanza,
essa non ha confini, non ha colori,
è un arcobaleno dove vi danzano le note
dove nascono le romanze più amate.
Applausi infiniti, in piccole chiese affolate
di piccoli paesi di provincia,
di grandi città sconosciute, di capitali europeiste.
Di quel conosciuto musicista,
di quell'orchestra scatenata, ma ritmata,
di quel coro concertista, con foglietti prestampati,
ma le romanze tutte memorizzate,
di quel maestro che di suo
solo ci mette la professionalità,
il talento, la caparbietà, non di certo l'autorità.
Si incomincia propio da quì per migliorarsi ogni dì,
passo dopo passo, nota dopo nota,
per arrivare alla storica giornata,
del concerto tanto sperato,
con tanto di sassofano e clarinetto col pianoforte
accordato.
Orgogliosi, cantiamo per le alte autorità
per sua EMINENZA E SANTITÀ
ma le lacrime vere scendono nelle chiese,
tutte le sere.
Ci ripagano gli applausi delle genti
di quei sguardi tristi, di quei occhi lucenti,
che apprezzano la nostra musica
che applaudono il nostro coro,
perchè ovunque noi passiamo, un pò di gioia portiamo.
Volano nel cielo, le note dell'AVE MARIA.
Volano racchiuse nella loro ARMONIA,
come granelli di cristallo;
per ringraziarti ovunque tu sia.

Lorenza Giro Banzato


TORNA A     Home Page     Pagina Poesie e Racconti