In copertina Cavarzere, Via Umberto I - dall'archivio di Duilio Avezzù

 

    Era stata restituita dignità alla nostra popolazione con un trattato di grande respiro storico come quello redatto da Carlo Baldi Cavarzere giacente humile fra palustri canne...; eravamo riusciti a risalire fino alle origini scritte pił lontane della nostra terra, grazie alla pubblicazione dei volumi sugli Statuti del 1401-1402. Il vuoto esistente, rappresentato dal periodo storico rimasto scoperto, è stato riempito oggi da questa pregiata riedizione del volume originale scritto da Carlo Bullo ed edito nel lontano 1864: Cavarzere e il suo territorio. Cenni storici illustrativi.
    Con questa pubblicazione, a testimonianza di quanto l'Amministrazione Comunale sia sensibile alla riscoperta ed alla valorizzazione delle proprie radici, andiamo a rendere omaggio ad uno scrittore, Carlo Bullo, che raccolse nel suo volume le vicende storiche dei nostri antenati dal XIV al XIX secolo.
    L'augurio è che questa ristampa possa servire a tutti noi per riscoprire quali avvenimenti accaddero nei territori del nostro amato comune, un salto alle origini per capire quali furono le mani che costruirono Cavarzere, ma soprattutto un prezioso contributo a disposizione di cavarzerani e non, ed in particolar modo alle giovani generazioni.    
Pier Luigi Parisotto
Sindaco di Cavarzere

 

    Fino a qualche anno fa per tutti gli studenti o cittadini che volessero notizie storiche sul territorio di Cavarzere in epoche lontane, tutte le indicazioni di qualsiasi biblioteca o fonte letteraria rimandavano al libro Cavarzere e il suo territorio di Carlo Bullo: ricche erano le citazioni di questo volume soprattutto alla biblioteca della Università di Padova. Ma il nome di Bullo, di chiara origine clodiense, poco diceva ai cavarzerani, che si affidavano soprattutto ai cronisti locali per conoscere le origini del proprio paese, essendo praticamente irreperibile il testo citato. Finalmente e, per pura casualità grazie alla perspicacia della bibliotecaria comunale, si è riusciti a trovare in buone condizioni presso lo Studio Bibliografico "Scriptorium" di Mantova tale libro, che diventa una opera basilare per conoscere un periodo storico lungo quasi cinque secoli.
    Il volume, dedicato dai nipoti Antonio e Carlo Bullo a Bernardo Danielato munifico cavarzerano che donò il terreno per costruire le scuole elementari dove ora ha sede la Biblioteca, in occasione del matrimonio tra Giuseppe Danielato e Antonietta Susan, è composto di 150 pagine e diviso in due parti: Storia Politica e Storia Civile.
    Nella prima parte viene tratteggiata la storia di Cavarzere dalle origini fino alla guerra fra la Serenissima e i Genovesi, continuando poi dalla pace del 1382 fino al 1864. In questo contesto, oltre al nostro paese, la storia coinvolge anche altri paesi confinanti come Adria, Loreo, Chioggia, Rovigo, Ariano e altri paesi situati lungo il corso del Po confinanti con lo Stato Pontificio. Nella seconda parte vengono trattati argomenti di carattere civile: magistrature, statuti, diritto, commercio, geografia del territorio, opere idrauliche, bonifiche, statistiche, uomini illustri e infine ricche notizie bibliografiche di riferimento.
    Da ciò si comprende l'importanza di questo testo che colma in poche pagine, scritte con il frasario del 1800, un periodo storico di grande rilevanza e che vede protagonista Cavarzere nel quadro dei grandi eventi della Storia.    
Enzo Salmaso
Assessore alla Cultura

Leggi qualche brano estratto dal libro:
- dei diritti dei Cavarzerani
- dei personaggi illustri di Cavarzere
- dell'antico Castello di Cavarzere

Torna a:       pagina precedente       Home page