Chiara Tordin
Personale di pittura "CIELI BOREALI"
26 febbraio 19 marzo 2017
Treviso, Casa dei Carraresi, Via Palestro 33-35


Pagina 1 - clicca sulle immagini per ingrandire
(foto liberamente prelevabili - citare la fonte in caso di utilizzo pubblico)



La locandina

Si intitola “Cieli Boreali” la personale di Chiara Tordin, che è stata ospitata a Casa dei Carraresi dal 26 febbraio al 19 marzo a cura di Alain Chivilò.
Il titolo “Cieli Boreali” rappresenta e, allo stesso tempo, caratterizza l’attuale tematica della pittrice Chiara Tordin. La volta celeste è ammirata e simultaneamente scolpita nell’anima dell’artista che, attraverso un processo mentale, la esteriora in molteplici significati. Il firmamento boreale, appartenente a un nord geografico, delle dolomiti bellunesi diviene spunto di approfondimento per contenuti complessi tipici della vita umana, perché come affermava Giovanni Pascoli “il cielo è pieno di visioni” che spesso non si è in grado sempre di percepire e interpretare. L’esposizione permette di apprezzare la filosofica ricerca della pittrice Tordin.


La Casa dei Carraresi

Inaugurato nel 1987, dopo un grande intervento di recupero e restauro compiuto da Cassamarca, il complesso Casa dei Carraresi – Ca’ dei Brittoni rappresenta un punto di riferimento ormai imprescindibile per il panorama culturale trevigiano. Centro congressi ed esposizioni di Cassamarca, nel 2000 è stato acquistato dalla Fondazione che, come avvenuto per Ca’ Spineda, ha inteso così assicurare alla città la fruibilità del bene. La moderna sala convegni e le sale espositive sono infatti concesse gratuitamente alla cittadinanza e sono da anni sede delle grandi mostre della Fondazione, di personali di pittori non solo locali, di mostre e convegni anche internazionali.

Nel solo anno 2000, Casa dei Carraresi ha ospitato 242 avvenimenti (tra convegni, mostre, incontri, concerti, ecc.) e circa 340.000 visitatori, confermando un crescendo di presenze e interesse. L’edificio, risalente al XIII secolo, dopo il sapiente restauro conservativo, coniuga con grande armonia la vetusta struttura (ricca di decorazioni e affreschi nelle sale dei Brittoni) e la nuova funzione degli ambienti, sottolineata da una simbiosi tra antichi e nuovi materiali. Il risultato è un antico involucro (2670 mq circa), che racchiude modernità ed efficienza al servizio della città.

Chiara Tordin
Giovane medico, si dedica alla pittura e all'arte per piacere e per passione, come autodidatta.
è nata a Cavarzere, il 4 maggio 1984.
Ha seguito un percorso di studi scientifici che l'ha portata nel 2009 alla laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Padova ed alla successiva specializzazione in Chirurgia Generale. Attualmente esercita la professione medica presso l'ospedale Santa Maria del Prato di Feltre. Svolge l'attività di pittura presso il proprio Studio d'Arte a Belluno, dove è presente anche una sua esposizione permanente.
Il percorso artistico comprende lavori figurativi ed informali, spesso questi ultimi sono trasposizioni di sentimenti interiori ispirati dalla natura. Alcuni di questi lavori sono stati esposti ad Arte Piacenza 2017 e pubblicati sul relativo catalogo.
Per il 2017 sono già confermate, oltre alla mostra presso la Casa dei Carraresi (Treviso) curata da Alain Chivilò, anche una esposizione personale a Palazzo Danielato (Cavarzere) dal 6 al 15 maggio ed una esposizione autunnale a cura di Alain Chivilò a CastelBrando (Treviso) della durata di tre mesi.
Lo Studio d'Arte Tordin è visitabile gratuitamente su appuntamento ed è uno dei primi ad essere dotato di un salone dedicato ad incontri a tema sul panorama artistico a partecipazione gratuita.

    
    
    
    
    
    
    
    
    
Chiara Tordin     
    
    
    
    
    
    
    
    
    
    

La Voce di Rovigo, mercoledì 22 febbraio 2017


Nuova Scintilla, domenica 26 febbraio 2017


VAI A:

Foto Anno 2017       Home Page