Incontri con l'autore: Gianni Zenna
Presentazione libro "Un viazo in... Inferno - Purgatorio - Paradiso"
Domenica 20 novembre 2016
Palazzo Danielato, Sala Convegni


clicca sulle immagini per ingrandire - Foto di Flavio
(foto liberamente prelevabili - citare la fonte in caso di utilizzo pubblico)


     Gianni Zenna (pseudonimo di Giancarlo Zennaro) nato a Chioggia, ha al suo attivo i testi di ben dodici canzoni. Improvvisatosi imitatore di personaggi famosi, è stato soprannominato «il Noschese Veneto».
     Ha partecipato alla trasmissione televisiva «Sette Voci» di Pippo Baudo e poi a quella radiofonica «La Corrida» condotta da Corrado. Preso dagli impegni di lavoro, ha deciso più tardi di cimentarsi per la prima volta nel 1971 nella scrittura di una commedia in dialetto chioggiotto dal titolo «L’ómbra de vin». Ripresa nel 2006, è stata rappresentata la prima volta al teatro Italia di Dolo.
     A questa sono seguite finora ben 36 repliche in vari teatri delle Tre Venezie. Constatato il successo della prima, Zenna si è dato a scrivere nell’arco di sei anni, dal 2010 al 2016, ben quindici commedie di cui sei sono già state messe in scena, sia in dialetto che in italiano da varie compagnie teatrali.
     Nel 2014 ha pubblicato il suo primo libro storico in collaborazione con Angelo Padoan dal titolo: “Tipi tipetti tipacci della Chioggia dell’Otto-Novecento - Zènte d’altri tempi de le cale e dei campéti de Ciósa”.

Altre info su Gianni Zenna le potete trovare nel suo sito internet www.GianniZenna.it


La locandina della rassegna


La copertina del libro

Presentazione

     L’autore si cimenta negli spazi dell’Aldilà percorrendo tutti i luoghi dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso. Il viaggio programmato prevedeva di girare da solo senza l’aiuto di una guida e di una compagna. La sua massima è: Chi fa da sé, fa per tre.
     Tutto ciò che è narrato e descritto é frutto di una to¬tale inventiva. Ogni cosa vista rimarrà come un sogno e quando l’autore sarà di ritorno dal viaggio nulla si ricor¬derà.
     Non si tratta di un’amnesia bensì di una realtà, in quanto la nostra mente umana ha dei limiti, oltre a questi troviamo un ostacolo, il cosiddetto muro che non ci dà la possibilità di vedere oltre.
     Tornando a casa dal viaggio l’autore non avrà purtrop-po nulla da raccontare per il motivo che sappiamo.
     «Come il canto di un torrente ed il suo mormorio dell’acqua passa e ha il potere di liberare la mente».

    
Palazzo Danielato, Sala Convegni
da sinistra: Alessandra Capato, giornalista,
l'autore e il prof. Paolo Fontolan,
Assessore alla Cultura del Comune di Cavarzere
     Il prof. Fontolan da il benvenuto agli ospiti
    
Alessandra Capato inizia la presentazione del libro
rivolgendo domande all'autore
    
    
     Gianni Zenna,
al secolo Giancarlo Zennaro
    
     conclusa la presentazione, l'autore dona
un mazzo di fiori
    
il prof. Fontolan dona a Gianni Zenna il libro
"Cavarzere e il suo territorio,
cenni storici illustrativi"
di Carlo Bullo
    
    
     e a Allessandra Capato il libro
"Il martirio di Cavarzere" di mons.Giuseppe Scarpa
    
    
    
    

Nuova Scintilla, domenica 27 novembre 2016


VAI A:

Foto Anno 2016       Home Page