La Medicina Integrata di Cavarzere compie due anni
la Festa del medico di famiglia
sabato 8 novembre 2014
Cavarzere - Piazza del Municipio


Pagina 1 - clicca sulle immagini per ingrandire - Foto di Flavio
(foto liberamente prelevabili - citare la fonte in caso di utilizzo pubblico)


L’8 novembre, in occasione della Festa nazionale del medico di famiglia, medici di famiglia, specialisti dell’Ulss 14 e della Cittadella Socio Sanitaria di Cavarzere festeggiano il compleanno con tutti i cittadini

Quando il Territorio si integra con l’Ospedale abbiamo la cosiddetta “Medicina Integrata”. Un esempio è quella di Cavarzere e Cona, che quest’anno, in occasione della Festa Nazionale del Medico di Famiglia, prevista per sabato 8 novembre, festeggia i due anni di attività. E lo fa organizzando insieme alla Ulss 14 di Chioggia e alla Cittadella Socio Sanitaria di Cavarzere una grande festa in Piazza del Municipio a Cavarzere. In piazza, proprio antistante al Comune, quindi, sarà posizionato un capiente tendone che ospiterà tredici stand per promuovere la salute e la prevenzione. Ogni stand sarà dedicato ad un tema (screening oncologici, vaccinazioni, broncopneumopatia cronica ostruttiva, diabete, cardiologia, pronto soccorso, servizi offerti dal Distretto socio sanitario dell’Ulss 14, Cittadella socio sanitaria di Cavarzere, cooperativa Emmanuel, ecc.) e sarà rappresentato da uno specialista, un medico di famiglia e un rappresentante di una associazione di volontariato (Avis, Andos, Associazione Diabetici, Cuore Amico, Lilt). Una manifestazione che vede anche il coinvolgimento del Comune, della Pro Loco, della Protezione Civile di Cavarzere e della Coldiretti. Un’occasione, per i cittadini-utenti di porre domande agli specialisti e ritirare materiale informativo sui servizi offerti e le patologie trattate. La Medicina Integrata di Cavarzere e Cona, sorta a fine 2012 presso la Cittadella Socio Sanitaria di Cavarzere, è formata da quindici medici e serve l’intero territorio di Cavarzere e Cona con un numero di assistiti che supera le 16.000 unità. Settimanalmente arrivano nella sede della Medicina Integrata circa 1000 persone, per vari motivi. Il motivo fondamentale è l’accesso all’ambulatorio del medico di famiglia in turno in quel momento, ma non è l’unico motivo. Nel corso dei mesi, infatti, sono emerse tutta una serie di altre attività di seguito sintetizzate:
• Codici Bianchi: chi ha bisogno “urgente” del medico per patologie di primo intervento si rivolge alla Medicina Integrata anziché al Pronto Soccorso. Nel 2013 si sono registrati più di 1200 accessi per questo motivo, con una media di 100 accessi al mese.
• Medicazioni: il servizio infermieristico della Medicina Integrata effettua medicazioni semplici e complesse (anche su post-operatorio) tutti i giorni: si sono eseguite 4000 medicazioni dall’inizio dell’anno.
• Vaccinazioni: si effettuano vaccinazioni antinfluenzali, antipneumococco, antitetaniche.
• Si eseguono prelievi per il dosaggio INR per i pazienti in terapia anticoagulante. Si tratta di una vera e propria presa in carico del paziente che riceve a casa la risposta telefonica con l’adeguato dosaggio terapeutico. Al momento sono più di 100 i pazienti in carico alla struttura.
• Si seguono i pazienti diabetici non complicati con visite, controlli, consigli alimentari. Sono circa 500 i diabetici seguiti nella Medicina Integrata.
• Si eseguono spirometrie di base per individuare eventuali pazienti affetti da BPCO (bronchite cronica ostruttiva). Una volta individuati vengono valutati dal pneumologo e, nei primi stadi di malattia, seguiti con controlli dal medico di medicina generale.
• E’ iniziata una stretta collaborazione con la Cardiologia di Chioggia per cui è stata attivata la trasmissione telematica degli ECG e dalla Medicina Integrata, grazie a cui si possono fare i controlli dei pacemaker. Quest’ultima attività è partita recentemente. Con la Cardiologia poi sono partiti tre percorsi di prevenzione cardiovascolare. I medici hanno selezionato dei pazienti da inviare al gruppo nutrizione (per imparare ad alimentarsi meglio), al gruppo cammino (20 camminate insieme) e al gruppo per smettere di fumare. I progetti sono tuttora in corso e si concluderanno in prossimità dell’8 novembre, con la presentazione dei risultati.
• La Medicina Integrata collabora strettamente con il distretto per gli screening oncologici: ha ospitato lo screening mammografico e ha fatto da supporto logistico e di segreteria, ha dato un grosso aiuto per lo screening del sangue occulto (tumore del colon retto) distribuendo le provette per la raccolta delle feci.

L’evento di Cavarzere, che inizierà l’8 mattina per proseguire anche nel pomeriggio, sarà introdotto da un convegno che si terrà presso il Centro Civico di Pegolotte di Cona, venerdì 7 novembre alle 20.30. Tema prescelto: “Cibo, tra equilibrio e ossessione”. Parteciperanno i medici del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Ulss 14, psicologi e allergologi, con la collaborazione del Gruppo Speranza.

“Più il Territorio lavorerà in sinergia con l’Ospedale – ha dichiarato il direttore generale dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben – e più ne godrà il cittadino in termini di qualità ed efficacia dei servizi offerti. E’ ormai chiaro l’obiettivo: l’Ospedale è il luogo dove si curano le acuzie e basta, per tutto il resto bisogna che sia attrezzato e pronto il territorio. Bene quindi l’esperienza di questa Medicina Integrata di Cavarzere che ha messo insieme più medici di famiglia, garantendo ai cittadini una risposta immediata ai loro bisogni grazie ad un servizio più completo e facilmente accessibile”.


La locandina

    
     all'entrata il banchetto dell'Accoglienza
(chi meglio di loro può accoglierti?)
    
un "vecchio" e caro amico con signora     
    
    
    
    
    
    
    
là, per terra, c'è uno disteso...
per fortuna è solo un manichino!
    
    
    
    
    
    
     associato AVIS,
dichiara 100 donazioni
    
    

VAI A:

Pag. 1       Pag. 2      Pag. 3      Pag. 4      Pag. 5

Foto Anno 2014       Home Page