Evento conclusivo del Progetto Sociale
"Percorsi di recupero attraverso la terapia assistita e servizi di mobilità"
Eccellenza Rurale
Giovedì 11 dicembre 2014
Cavarzere, Palazzo Danielato


clicca sulle immagini per ingrandire
(foto liberamente prelevabili - citare la fonte in caso di utilizzo pubblico)


IL PROGETTO

Percorsi di recupero attraverso la terapia assistita e servizi di mobilità è finanziato dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013, promosso dal Programma di Sviluppo Locale del GAL antico Dogado, ed ha visto la collaborazione tra i Comuni di Cavarzere e Cona, l’AULSS 14 e la Soc. Coop. Soc. Emmanuel di Cavarzere.
Il progetto nasce dal bisogno di dare una risposta al deficit di integrazione sociale per persone inattive o con disabilità nel territorio dei Comuni di Cavarzere e Cona, sviluppando aspetti di benessere psicofisico.
Lo scopo delle attività progettuali è quello di portare l’utente a raggiungere il più alto grado di autonomia nella self-care, e nelle attività della vita quotidiana, nelle attività di tipo occupazionale, e all’interno del territorio.
In tal senso, viene offerto un servizio di mobilità, effettuato con i mezzi afferenti alla Soc. Coop. Soc. Emmanuel, aspetto fondamentale considerata la dispersione territoriale e per permettere agli utenti di partecipare alle attività e per raggiungere i luoghi dove vengono svolte.
Tutto ciò è coerente con la vision dell’area disabilità del Piano di Zona 2011-2015 dell’ULSS14 di Chioggia che, mira alla creazione di una comunità più sensibile ed attiva capace di promuovere nel territorio una rete integrata di sostegno e di supporto nei luoghi familiari, educativi, della salute, del lavoro e del tempo libero dei cittadini con disabilità e le loro famiglie.
Il progetto, inoltre, è stato riconosciuto eccellenza rurale dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ( www.reterurale.it/downloads/eccellenzerurali)

LE ATTIVITÁ

Gli utenti sperimentano il benessere prodotto dalla riabilitazione equestre e ortoterapia all’interno di aziende agricole del territorio. Gestiscono direttamente un terreno a Ca’Matte, nel quale sono stati prodotti piselli tristar e zucche delica. Si effettuano delle uscite specifiche, in collaborazione con storici e intellettuali locali, che cooperano per realizzare una mappatura storico-ambientale del territorio.
Nel periodo invernale, le attività si svolgono all’interno. Si effettuano corsi di inglese e informatica, ma anche lezioni didattiche di conoscenza di fiori, piante, erbe aromatiche e fauna locale che hanno portato alla realizzazione di aiuole e fioriere, nonché di bat-box che sono state distribuite in tutti quei luoghi visibili alla comunità, come gli edifici comunali o la Cittadella Socio Sanitaria di Cavarzere.

IL GRUPPO

Grazie a questo progetto si è creato un gruppo, composto dai partecipanti, che seppure eterogeneo, è riuscito a consolidarsi e a intrecciare relazioni interpersonali profonde e di accostarsi nuovamente al proprio territorio, dal quale, talvolta, alcuni utenti si erano allontanati a causa del proprio disagio e dell’emarginazione.
Molti degli utenti, infatti, vivevano in condizioni di isolamento e di totale inattività che hanno creato negli anni condizioni di forte disagio e di allontanamento dalla comunità di appartenenza.
Nel progetto, inoltre, vengono fissati mensilmente degli incontri con la psicoterapeuta dell’U.O.S.Handicap, e forniti degli spazi individuali a chi lo richiede, per l’elaborazione dell’esperienza e valutare gli effetti delle attività.


    
    
    
    
    
    
    
    
    
    
    
    
    
    
    
    

VAI A:

Pag. 1       Pag. 2       Per saperne di più

Foto Anno 2014       Home Page