Pagina 1 - clicca sulle immagini per ingrandire - Foto di Flavio
(foto liberamente prelevabili - citare la fonte in caso di utilizzo pubblico)
in alcuni ingrandimenti i volti dei bambini sono stati occultati o non esiste l'immagine ingrandita;
se qualcuno desidera avere il file senza censura chieda alle maestre di inviare richiesta alla Redazione via e-mail
invio gratuito.

I Quattro Elementi:
percorsi di recupero attraverso la terapia assistita e servizi di mobilità

      I Quattro Elementi è un gruppo nato circa un anno e mezzo fa, su iniziativa dell’Ulss 14, per offrire delle opportunità di riabilitazione a persone con lieve disabilità e opportunità di socializzazione a persone inattive. Il progetto ha avuto accesso a finanziamenti dell’Unione Europea e del GAL, e ha avuto fin da subito l’appoggio fondamentale dei Comuni di Cavarzere e Cona, della Cooperativa Emmanuel, della Cooperativa “Dopo di Noi” di Sottomarina e della Corte Civrana. Per le esercitazioni di coltura in pieno campo un agricoltore della zona ha messo a disposizione del gruppo un piccolo appezzamento. Gli utenti non percepiscono denaro, ma seguono le attività volontariamente e l’organizzazione è volta a minimizzare i costi degli utenti impegnati nelle attività.

      Finora i punti affrontati dal gruppo sono stati la cura dei cavalli, la floricoltura, l’orticoltura. Lo sforzo organizzativo è stato considerevole, come molto importante è stata la collaborazione con professionisti e appassionati che hanno dedicato il loro tempo alle attività formative. Non sono mancate, inoltre, importanti collaborazioni con altre cooperative sociali e con la CTRP di Cavarzere. I risultati non si sono fatti attendere: infatti il gruppo ha compiuto progressi importanti nella cura dei cavalli che la Corte Civrana ha messo a disposizione, inoltre sono state consegnate ai Comuni di Cavarzere e Cona, alla Cittadella Socio-Sanitaria e al Patronato Pio X delle fioriere costruite della falegnameria della Cooperativa Sociale Prometeo di Sottomarina e preparate dagli utenti in base a quanto appreso nelle lezioni di floricoltura. Gli utenti del gruppo hanno inoltre preparato tre aiuole, una all’interno della Cittadella Socio-Sanitaria e due di fronte al Municipio di Pegolotte.

      I Quattro Elementi, quindi, non è il “classico” progetto puramente “assistenziale” che, come tanti altri, si propone di “curare” le persone o di dare loro un “illusorio sostegno”, ma, invece, guarda al futuro con un approccio nuovo e completo, allo scopo di tracciare un percorso formativo nel campo dell’agricoltura e dell’allevamento, così gli utenti, alla conclusione del progetto, potranno costruire una attività durevole nel tempo. Per questo, tale progetto, si potrebbe definire addirittura un sogno: il sogno di far raggiungere agli utenti quel grado di dignità e autostima che non hanno ancora pienamente raggiunto creando per loro l’opportunità di essere utili alla collettività percorrendo strade nuove nell’agricoltura e nell’allevamento, ad esempio per quanto riguarda la salute del consumatore, nella remunerazione del produttore e del “ragionevole” prezzo al consumo, del risparmio energetico, l’uso e la promozione di fonti alternative.

      E’ sicuro che tutto questo ai più può sembrare nulla più di un sogno, un’utopia. Infatti gli utenti stessi sono i primi che non nascondono quanto sarà difficile trovare i capitali necessari a renderlo realtà, ma hanno la determinazione di riuscirci e la speranza che, nell’anno e mezzo che li separa dalla fine del progetto, sia possibile creare una rete di fiducia tale da poterli reperire. Per questo gli utenti non si stancano chiedere la fiducia dei cittadini, delle organizzazioni sociali e delle istituzioni pubbliche e per questo promuoveranno presto altre iniziative per farsi conoscere, sicuri di poter essere apprezzati.

      Le attività formative del gruppo continuano per tutto l’anno e vengono messe in cantiere sempre nuove idee, in gran parte proposte dagli stessi utenti. Ulteriori informazioni possono essere reperite presso i servizi sociali dei Comuni di Cavarzere e Cona e presso la Cooperativa Emmanuel. Gli utenti ringraziano la redazione www.cavarzereinfiera.it per la disponibilità a offrire lo spazio web e il contributo fotografico e invitano a proseguire la navigazione consultando il blog del progetto: iquattroelementigal.blogspot.it

Gli utenti del gruppo “I Quattro Elementi”


La locandina


Il Palazzo Municipale

    
i giovani seguiti dalla Coop. Sociale Emmanuel
di Cavarzere iniziano a sistemare una aiuola
     a plantumazione completata l'aiuola diventerà
come questa
    
anche queste cassette in legno diventeranno
due belle fioriere
     il pony per la ippoterapia
    
l'allestimento del tavolo
con foto, depliant e locandine
    
    
    
    
    
    
il vicesindaco, nonché assessore ai Lavori pubblici,
Antonio Bottin fa le presentazioni e
invita i presenti a visitare l'"internet point" allestito
nel Centro Polifunzionale recentemente inaugurato
    
    
     Serena,
la psicologa della Tenuta Civrana
    
la sala "internet point"     
    
alla parete un quadro del "nostro" Silvio Zago      un addetto alla sicurezza
tenta il "primo approccio" con il PC
    
il Centro Polifunzionale      intanto fuori
...si lavora alle fioriere

VAI A:

Pag. 1       Pag. 2       Pag. 3

Foto Anno 2013       Home Page