Palazzo Danielato - Il giorno della Memoria
“Porrajmos” lo sterminio dimenticato dei Rom/Sinti
video documentario dell’Opera Nomadi Nazionale sullo sterminio dei Rom/Sinti
29 gennaio 2011

Dall’anno 2004, la redazione di Biancoenero, in collaborazione con Opera Nomadi, in occasione del 27 gennaio – “Giorno della memoria”, porta ricordo dello sterminio dimenticato degli “zingari” ad opera del regime nazi-fascista durante la seconda guerra mondiale: 500.000 persone uccise per la loro “diversità”, l’unico altro popolo perseguitato oltre a quello Ebraico. Quello degli “zingari” è uno sterminio (“porrajmos” in romanès vuol dire annientamento, divoramento) più che dimenticato rimosso, perché ancora oggi continuano ad essere considerati “altri”, “diversi” e “ingombranti” per il sistema sociale.
Anche nel 2010, come negli anni precedenti, secondo i monitoraggi della comunità Europea, i Rom/Sinti sono state le popolazioni più discriminate e sottoposte ad atti di violenza razziale d’Europa.


clicca sulle immagini per ingrandire - Foto di Laura Crivellin e di Irene Rizzato
(foto liberamente prelevabili - citare il nome delle autrici in caso di utilizzo pubblico)


La locandina dell'evento

    
L'Assessore alla Cultura Prof. Enzo Salmaso
e Nicola Ruzza, Presidente Cineclub Cavarzere
    
    
Primo Cominato,
deportato e internato nei lager nazisti premiato
con la Medaglia d'oro dallo Stato Italiano
    
    
     Il Sindaco Pier Luigi Parisotto dona
alcuni libri storici di Cavarzere
a Primo Cominato
    
Nicola Ruzza, Presidente Cineclub Cavarzere,
organizzatore dell'evento
    
    
    
    
Roberto Costa, direttore di Biancoenero     
    
Marta Marcello e Valter Tessaris     
    
     Roberto Costa, Marta Marcello e
Valter Tessaris

VAI A:       Foto Anno 2011       Home Page